Civile

Inadempimento, la restituzione va chiesta con la domanda di risoluzione

Francesco Machina Grifeo

A seguito della pronuncia di risoluzione di un contratto, il diritto ad ottenere la restituzione della prestazione già eseguita, pur sorgendo automaticamente, sul piano sostanziale, soggiace, invece, sotto il profilo processuale, al principio della domanda, per cui il giudice non può pronunciarla d'ufficio. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con la sentenza 26 luglio 2016 n. 15461, chiarendo che tale domanda non può essere proposta per la prima volta ed in via autonoma in grado di appello ma ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?