PRECEDENZA «AMPIA» NEL CONTRATTO A TERMINE

LA DOMANDA Dato che, alla cessazione di un rapporto a termine di durata superiore a sei mesi, il lavoratore ha 180 giorni di tempo per comunicare all'azienda la sua disponibilità all'assunzione a tempo indeterminato per contratti da attivare nei successivi 12 mesi dalla risoluzione del rapporto di lavoro, che cosa succede, invece, con i lavoratori a termine in forza all'azienda che abbiaNo superato il limite dei sei mesi? Al superamento del sesto mese, pur essendo ancora in forza, possono esercitare il diritto di precedenza, per eventuali future assunzioni a tempo indeterminato, oppure questo diritto è limitato ai soli lavoratori con i quali sia intervenuta la risoluzione del rapporto di lavoro (licenziamento o dimissioni)?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?