CONSEGUENZE DIFFERENTI PER ESPROPRI E OCCUPAZIONI

LA DOMANDA A seguito di un decreto di occupazione temporanea di un terreno con destinazione agricola - ex Dpr 327 dell'8 giugno 2001, testo unico in materia di espropriazione per pubblica utilità - emesso dal Comune e non finalizzato all'espropriazione, al proprietario, coltivatore diretto per un sesto, spetta, oltre all'indennità normale, quella aggiuntiva prevista dall'articolo 40 del Dpr citato? E al fittavolo, coltivatore diretto per cinque sesti, spetta l'indennità aggiuntiva ex articolo 42, per effetto della procedura espropriativa, oppure tale importo sarà liquidato ai rispettivi proprietari, in considerazione del carattere temporaneo, e non definitivo, dell'espropriazione?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?