LE VALUTAZIONI DA FARE PER IL «COMPORTO LUNGO»

LA DOMANDA Sono un metalmeccanico. Mi trovo in malattia con una prognosi iniziale di 80 giorni e durante questo tempo, per la precisione al 50° giorno, matura il periodo di cosiddetto comporto breve; il datore di lavoro mi licenzia mentre mi trovo ancora in malattia, ma io contesto subito il licenziamento e, prima della scadenza dell'80° giorno, prolungo la malattia oltre il 91° giorno.Il datore poteva licenziarmi in costanza di malattia confidando sul "comporto breve" già maturato, oppure doveva attendere fino all'80° giorno l'eventuale certificato in continuazione (mandato in tempo), che mi darebbe diritto al "comporto lungo"?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?