Civile

APPALTI PUBBLICI - Cassazione n. 2316

Il rinvenimento di reperti archeologici nel corso dell'esecuzione di un appalto pubblico costituisce causa di forza maggiore che impedisce la prosecuzione dei lavori in adempimento di doveri imposti dalla legge e senza discrezionalità alcuna da parte del committente. L'appaltatore, pertanto, in una situazione del genere non può chiedere lo scioglimento del contratto ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?