LAVORI SU BENI CULTURALI CON OK DEL SOPRINTENDENTE

LA DOMANDA Conduco da 18 anni un immobile a uso ufficio, che ora necessita di lavori. Intendo effettuare a mie spese:1) la lucidatura del parquet in tutte le stanze;2) solo in bagno, oltre alla sostituzione dei servizi igienici, la sovrapposizione di piastrelle di spessore ridotto, incollandole su quelle esistenti, al pavimento e al rivestimento, oppure, se ciò non fosse possibile, lo svellimento delle esistenti e la posa in opera delle nuove;3) la sostituzione delle porte interne, mal ridotte, che sono considerate anche dall’agenzia delle Entrate elemento di arredo, per cui non saremmo in presenza di manutenzione ordinaria.Considerato che l’immobile è vincolato dalla Soprintendenza ai beni artistici e culturali, e che, inoltre, i rapporti con la proprietà si sono deteriorati nel tempo, chiedo se per i tre interventi citati sono comunque necessari il nulla osta della Soprintendenza stessa (anche solo per i lavori relativi all’eventuale svellimento e alla sostituzione delle piastrelle in bagno) e l’autorizzazione della proprietà.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?