AMMINISTRATORI CENSURABILI PER IL RENDICONTO OMESSO

LA DOMANDA In UN condominio di 11 unità si è svolta, dopo oltre 3 anni, l’assemblea per gli esercizi 2012;13;14 con conduzione e verbalizzazione, al posto dei nominati presidente e segretario, dell'amministratore, che ne ha condizionato lo svolgimento, rifiutandosi di mettere a verbale la protesta di alcuni condomini per impostazione, conduzione e verbalizzazione della stessa contra legem; di mettere in discussione problemi sorti negli anni di sua inerzia; di rendere conto della sua unilaterale approvazione, con la stessa maggioranza di nomina del presidente dei bilanci, rifiutando il controllo spese da fattura; di comunicare alcunchè del suo deliberato ai presenti, tanto da costringerne 4 su 9 ad abbandonare l'assemblea. Venuta meno la maggioranza, la riunione è proseguita con la sollecitata delega ottenuta per sms da un condomino in ferie. Si chiedono le modalità per rendere operativa, a seguito delle irregolarità elencate, l'eventuale nullità dell'assemblea.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?