«PEEP», LECITO IL CONGUAGLIO A 32 ANNI DAL PAGAMENTO

LA DOMANDA Nel 2012 un Comune è stato condannato a pagare un conguaglio pari a 28 volte il prezzo concordato, "salvo conguaglio", nel 1980 per l'acquisizione di un'area Peep (piano di edilizia economica popolare). La cifra stabilita è stata poi richiesta, pro quota, ai proprietari degli immobili che insistono sull'area stessa, senza che mai, fino al 2012, questi siano stati chiamati in causa con una qualche notifica di sorta.Stante il mancato richiamo al "conguaglio", sia nell'originaria delibera comunale che decideva l'assegnazione dell'area, sia nella convenzione che da quella delibera derivava, sia nel rogito di acquisto in proprietà dell'immobile, passati 32 anni, è possibile invocare la prescrizione per opporsi a quanto richiesto dal Comune?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?