MAGGIORAZIONI E OBBLIGHI DELL'AMMINISTRATORE

LA DOMANDA In un condominio si è deliberata una spesa straordinaria per il collegamento dello stabile alla fognatura comunale. L'amministratore ha fatto eseguire il lavoro dalla ditta che aveva fatto il preventivo, ma spendendo una cifra superiore a quanto era stato preventivato (l'impresa ha affermato di avere trovato tre vasche da chiudere con materiale inerte, anziché le due sole che aveva trovato quando ha fatto il preventivo). L'amministratore non ha inserito la spesa deliberata, né l'intera spesa, nel conto consuntivo dei lavori straordinari, ma, pur essendo già stato fatto il lavoro, ha inserito l'intero maggiore importo richiesto dall'impresa in un nuovo conto preventivo per lavori straordinari. Si chiede se questo è ammissibile, essendo già stati effettuati i lavori.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?