L'AMMINISTRATORE ELETTO IN ASSENZA DI QUORUM

LA DOMANDA Alcuni mesi fa, all'assemblea ordinaria del condominio di cui faccio parte (alla quale non ho partecipato) erano presenti condomini per complessivi 431,6 millesimi. Questi hanno approvato il rendiconto dell'esercizio trascorso e per quanto concerne il rinnovo del mandato all'amministratore hanno verbalizzato la seguente frase «rimane in carica il sig...». Quest'ultima affermazione sulla nomina dell'amministratore è corretta secondo quanto stabilisce la legge 220/2012? Mi pare che se l'amministratore non viene confermato nell'incarico con 501 millesimi, le sue prestazioni sino alla nomina di un successore sono gratuite. È vero?

L'amministratore è tenuto alla prestazione del suo operato gratuitamente solo in caso di cessazione dell'incarico e sino a quando non restituisce i documenti. Nel caso del lettore, invece, ci si trova di fronte ad una delibera assunta con un quorum inferiore a quello previsto dal Codice civile. Ne consegue l'annullabilità della delibera che, se non impugnata entro trenta giorni, viene sanata.

Da: Banca Dati Legale


Per una ricerca più ampia consulta tutti i quesiti del rinnovato servizio dell’Esperto risponde

L’Esperto risponde