C'È «CONTINUITÀ» TRA COMODATO E DONAZIONE

LA DOMANDA Fino al 30 luglio 2015 ero comodataria, con contratto di comodato d'uso gratuito a tempo indeterminato, debitamente registrato, dell'immobile ove risiedo, che era di proprietà di mio padre. Il 31 luglio 2015 mio padre mi ha donato l'immobile che ora è la mia prima casa.Ho chiamato l'ufficio dell'agenzia delle Entrate dove a suo tempo avevamo registrato il contratto di comodato d'uso gratuito, per informarmi sulla risoluzione, e mi hanno riferito che in questo caso non devo fare nulla, poiché c'è continuità fiscale tra le parti. Chiedo se l'indicazione che mi è stata data è corretta.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?