CONTABILIZZAZIONE CALORE: I CRITERI DI RIPARTO SPESE

LA DOMANDA Sono proprietario di un piccolo appartamento, tenuto a disposizione, nel cui stabile è stato installato il sistema di contabilizzazione del calore, stabilendo al 60% la quota fissa e al 40% quella a consumo.È possibile, e come, contestare tale criterio di ripartizione dei costi, in quanto contrario allo spirito della legge (chi più consuma più paga, allo scopo di spingere verso un risparmio energetico)?Mi sembra, infatti, che generalmente la quota fissa non superi il 40 per cento.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?