L'INIZIATIVA DEI CONDOMINI IN ASSENZA DELL'ASSEMBLEA

LA DOMANDA Abito in un condominio con piano interrato per box e cantine. Sono presenti bocche di lupo, sia al servizio di parti private sia al servizio di parti comuni. Nel caso di specie, è presente una bocca di lupo all'ingresso delle cantine, quindi parte comune, la cui parte sovrastante è collocata all'inizio della scala condominiale, quindi anch'essa parte comune, sempre colma di acqua sporca e maleodorante. Qualche mese fa finalmente è stata fatta pulire, ma ora la situazione è come prima. Segnalo, inoltre, che essendo sempre piena d'acqua, causa umidità e allagamenti delle cantine. Poichè l'amministratore dimostra inerzia, seppur più volte sollecitato, evidentemente non bastando una semplice pulizia, alla luce anche di problemi igienici correlati, come posso fare per imporre la soluzione definitiva della questione, stante che l'assemblea non delibera in tal senso, vuoi per le convocazioni molto rare e vuoi per disinteresse?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?