Civile

Nelle società di capitali risarcibile il danno "personale" subìto dai soci

Francesco Machina Grifeo

Fonte: Guida al Diritto I soci di una società di capitali non hanno titolo al risarcimento dei danni che costituiscano il «mero riflesso» del pregiudizio arrecato alla società da terzi. Essi costituiscono infatti una mera porzione di quello stesso danno subito dall’azienda, e dunque la reintegrazione a favore del socio sarà solo quella indiretta di cui eventualmente beneficerà la società. Diverso è però il caso in cui il danno non possa considerarsi «giuridicamente riflesso», come per ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?