Tributario

Il contribuente ha ragione? Rettifica più alta

di Giovanni Parente

Domanda elementare: perché un contribuente decide di ricorrere in Commissione tributaria contro un avviso di accertamento? La risposta è ancor più elementare: per vedersi riconoscere le proprie ragioni e quindi ottenere un annullamento dell’atto di contestazione o almeno un suo ridimensionamento. In una logica lineare, quindi, se il ricorrente vince anche solo in parte la pretesa iniziale si riduce. Ora pensate con quali parole un difensore possa spiegare al suo assistito che il maggior imponibile contestato ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?