Tributario

L’induttivo puro esclude il raddoppio dei termini

di Fabrizio Cancelliere e Gabriele Ferlito

L’accertamento induttivo puro, fondato su presunzioni semplici, esclude il ricorso al raddoppio dei termini, perché l’obbligo di denuncia (articolo 331 del Codice penale) sussiste solo in presenza di indizi di reato aventi i requisiti di gravità, precisione e concordanza. Inoltre, nel contesto di una ripresa effettuata sul socio di una società a ristretta base azionaria, a titolo di utili distribuiti extra-contabilmente, la definitività dell’accertamento societario non impedisce al socio di dimostrare che il reddito contestato alla società non corrisponde ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?