Tributario

Il notaio può dedurre dall’Irap anche i contributi repertoriali

di Rosanna Acierno

I contributi repertoriali versati dai notai alla Cassa previdenziale di categoria sono componenti negativi deducibili dal reddito professionale e, dunque, rilevano non solo ai fini Irpef, ma anche ai fini Irap. Si tratta, infatti, di spese inerenti all’attività professionale, visto che sono poste dalla legge direttamente a carico del professionista e non del cliente. Di fatto vanno corrisposte comunque e solo dal notaio, indipendentemente dall’effettiva riscossione del corrispettivo della prestazione nei confronti del cliente, oppure della gratuità della ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?