Tributario

Bocciati gli studi di settore «fai da te»

di Laura Ambrosi

È illegittimo l’accertamento fondato su elaborazioni statistiche svolte a livello locale dall’Ufficio se la differenza rispetto al dichiarato non è abnorme e irragionevole. A precisarlo è la Corte di cassazione con l’ordinanza n. 13054 depositata ieri che pare così escludere la valenza probatoria dei cosiddetti “studi fai da te”. L’agenzia delle Entrate rettificava i ricavi dichiarati da un contribuente presupponendo una diversa percentuale di ricarico. Più precisamente, l’Ufficio aveva determinato una media del settore merceologico di appartenenza ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?