Tributario

L’atto annullato in autotutela non può «rivivere»

di Francesco Cancelliere e Gabriele Ferlito

L’atto impositivo annullato in autotutela, anche in corso di giudizio, cessa immediatamente di avere efficacia nell’ordinamento, con la conseguenza che il provvedimento non può “rivivere” tramite un mezzo di impugnazione quale è l’appello. In queste ipotesi, l’unica strada percorribile dall’amministrazione finanziaria è l’emissione di un nuovo atto impositivo, se risultano ancora rispettati i termini per l’esercizio dell’attività accertativa. Sono le conclusioni cui è giunta la Ctr Sardegna con la sentenza 406/16/2016 (presidente e relatore Rosella). La controversia - ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?