Tributario

L’intimazione annullata compromette anche il ruolo

di Ferruccio Bogetti e Gianni Rota

La sentenza che annulla l’intimazione emessa dal concessionario, una volta passata in giudicato, ha valore di giudicato esterno. Si estende perciò al ruolo formato dall’amministrazione, il cui mancato pagamento aveva innescato l’attività del concessionario. La conseguenza è che il fisco non può più entrare nel merito del ruolo, perché la sentenza definitiva vincola le parti processuali. Queste le conclusioni della Ctr Lombardia, sentenza 4260/30/2016 (presidente Venditti, relatore Monaldo). Il caso - La pronuncia arriva al termine ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?