Tributario

La raccommandata del servizio postale privato non vale per le procedure ammnistrative e giudiziarie

di Mario Finocchiaro

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

In tema di notifiche a mezzo posta, il decreto legislativo n. 261 del 1999, pur liberalizzando i servizi postali in attuazione della direttiva 97/67/Ce, all'articolo 4, comma 5, ha continuato a riservare in via esclusiva, per esigenze di ordine pubblico, al fornitore del servizio universale (l'Ente Poste), gli invii raccomandati attinenti alle procedure amministrative e giudiziarie. Ne consegue che, in tali procedure, la consegna e la spedizione mediante raccomandata, affidata ad un servizio di posta privata, non sono assistite ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?