Tributario

Ma la Cassazione ammette attività non remunerate

di Rosanna Acierno

Il professionista che ha ricevuto l’atto di accertamento, in prima battuta, può tentare la strada dell’accertamento con adesione al fine di evitare il contenzioso. In tal caso, è opportuno presentare una memoria con cui vengano, da un lato, illustrate e provate, anche mediante l’allegazione di documenti, la correttezza e la regolarità delle scritture contabili e, dall’altro, contestati nel merito i rilievi dell’Ufficio giustificando la gratuità della prestazione. È ragionevole, infatti, ritenere che nell’ambito dello svolgimento dell’attività professionale, ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?