Civile

Concordato preventivo, fideiussori del debitore ammessi al voto anche se non escussi

di Giuseppe Acciaro e Andrea Marchegiani

I soggetti fideiussori del debitore in concordato preventivo, anche se non ancora escussi, possono essere ammessi al voto ai fini del calcolo della maggioranza ex articolo 177 della Legge fallimentare, in quanto il loro credito da rivalsa nei confronti del debitore principale sorge contestualmente alla nascita dell’obbligazione solidale. Lo afferma il Tribunale di Bergamo , chiamato ad esprimersi sull’ammissibilità dell’esercizio del diritto voto del fideiussore non escusso nell’adunanza dei creditori convocata per l’approvazione di una proposta di concordato ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?