Tributario

Redditometro, più armi alla difesa

di Laura Ambrosi

Anche le dichiarazioni rese da terzi in favore del contribuente possono dimostrare l’infondatezza dell’accertamento da redditometro, trattandosi di elementi che contribuiscono alla formazione del convincimento del giudice. Ad affermarlo è l’ordinanza 5018/2015 della Cassazione depositata ieri. L’agenzia delle Entrate ha inviato a un contribuente un questionario per ottenere chiarimenti sull’acquisto di un immobile. In assenza di risposta, sono stati emessi tre avvisi di accertamento fondati sul redditometro poiché l’acquisto del fabbricato era incompatibile con i redditi dichiarati. Il ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?