Tributario

Concordato, stop del giudice se il Ctu ridimensiona l’attivo

di Giuseppe Acciaro e Pierpaolo Ceroli

L’evidente sovradimensionamento dei beni di entità significativa, dimostrata dall’accertamento tecnico eseguito da un Ctu, incide direttamente sulla “fattibilità giuridica” del concordato, e quindi rientra nella sfera di cognizione tipica dell’organo giurisdizionale. È questo il principio seguito dal Tribunale di Bergamo chiamato a esprimersi sul procedimento di revoca del decreto di ammissione alla procedura di concordato preventivo originato dalla segnalazione di fatti rilevanti da parte del commissario giudiziale. In particolare, al Tribunale veniva segnalato un valore dell’attivo notevolmente inferiore ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?