Professione

Disciplinare avvocati, sulla rinuncia al ricorso la Cassazione decide con ordinanza

di Francesco Machina Grifeo

La decisione dell'avvocato sottoposto ad una sanzione disciplinare di rinunciare al giudizio di Cassazione dopo che sia stata già fissata l'udienza pubblica di trattazione deve avvenire attraverso una ordinanza, perché tale è «la forma ordinaria della decisione dell'estinzione». Sempreché la Corte non debba decidere su altri ricorsi. Lo hanno stabilito le Sezione unite civili della Cassazione, ordinanza 2 agosto 2017 n. 19169, affermando un principio di diritto. Anche dopo l'approvazione del Dl 168/2016 (Misure urgenti per la definizione del ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?