Professione

Firma elettronica, sul valore continua a decidere il giudice

di Gianni Trovati

Dal nuovo Codice dell’amministrazione digitale dovrebbe uscire il valore giuridico automatico della firma elettronica, la cui valutazione sarebbe quindi lasciata caso per caso al giudice come accade oggi; in via di modifica è anche la soglia di capitale (5 milioni di euro) imposta ai «gestori dell’identità digitale» aderenti allo Spid, che potrebbe essere graduata in base «al livello di sicurezza offerto dal gestore», mentre l’obbligo di anonimizzare tutte le sentenze prima della loro pubblicazione potrebbe semplicemente scomparire. Dopo il ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?