Professione

Il notaio paga per il protesto non tempestivo dell'assegno

Francesco Machina Grifeo

Il notaio che ritarda nel protestare un assegno privo di copertura economica rischia di dover risarcire la banca che perde il diritto di regresso perché fuori tempo massimo. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, sentenza 15861/2015 , rigettando il ricorso di tre professionisti siciliani. La vicenda - L'istituto di credito, tra l'altro, aveva lamentato di aver inutilmente chiesto la restituzione delle somme pagate alle banche negoziatrici, quantificando il danno complessivo in 120 mln di lire. I notai ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?