Professione

Avvocati, compensi extra da provare nell'omologazione del concordato

All'avvocato non spetta il compenso per l'attività stragiudiziale che precede la difesa nel giudizio di omologazione del concordato preventivo se non prova di aver svolto una prestazione avente «il carattere della continuità e dell'organicità». Lo ha stabilito la Corte di cassazione con la sentenza 12047/2015 respingendo il ricorso di un professionista. La vicenda - Il giudice delegato, infatti, aveva ritenuto provata unicamente «l'attività giudiziale per il giudizio di omologazione», mentre le prestazioni stragiudiziali dovevano ritenersi «strettamente strumentali» ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?