Professione

Avvocati, falsificare la firma del collega è falso in atto pubblico

di Andrea Alberto Moramarco

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

La falsificazione da parte di un avvocato della firma di altro avvocato in calce alla procura alle liti e all'atto processuale determina una responsabilità per falsità materiale commessa dal privato in atto pubblico. L'attività svolta dal difensore in sede di certificazione della autenticità della firma e di sottoscrizione dell'atto ha infatti un carattere oggettivamente pubblicistico. Lo ha ribadito il Tribunale di Arezzo con la sentenza 868/2014. La vicenda - Il protagonista della vicenda è un avvocato che, ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?