Civile

I picchi di attività giustificano la somministrazione a tempo determinato

di Marzia Sansone

La causale relativa alle «punte di intensa attività non fronteggiabili con il ricorso al normale organico» è ascrivibile alle ragioni di carattere tecnico, produttivo, organizzativo o sostitutivo che consentono, ai sensi dell'articolo 20, comma 4, del Dlgs 276/2003, il ricorso alla somministrazione a tempo determinato. Il riferimento a essa, quindi, costituisce valido requisito formale del contratto di somministrazione in considerazione della necessità di distinguere, sul piano tecnico giuridico, i due istituti del contratto a termine e di ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?