Professione

Piani di risanamento, per l'attestazione prova verità sui dati

Rosanna Acierno

Prima di esprimere il proprio giudizio di fattibilità del piano di risanamento per le imprese in crisi, il professionista incaricato di rilasciare l'attestazione deve sempre verificare la veridicità dei dati aziendali. Dati falsi e non rispondenti al vero renderebbero, infatti, inattendibile la fattibilità dell'accordo di ristrutturazione dei debiti o la proposta di concordato avanzata dalla società per uscire dallo stato di crisi. È una delle principali indicazioni contenute nella bozza dei «Principi di attestazione dei piani di risanamento» predisposta, ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?