Professione

I giovani: «Bene il regolamento ma non basta»

Patrizia Maciocchi

I giovani avvocati promuovono il regolamento della Cassa forense. Le norme di favore per i legali in difficoltà, licenziate venerdì scorso prevedono il pagamento della metà del contributo soggettivo minimo, pari a circa 700 euro l'anno, per facilitare l'ingresso dei 50mila avvocati ancora fuori e la permanenza dei 37mila a rischio cancellazione. Un "taglio", garantito per otto anni ed esteso agli over 35, anche se chi è già iscritto dovrà sottrarre dagli otto anni il tempo già trascorso dalla ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?