Penale

Facebook diverso dalla stampa, sì a sequestro preventivo pagine

Francesco Machina Grifeo

È legittimo il sequestro preventivo della pagine Facebook di chi è indagato per diffamazione per aver ripetutamente offeso la reputazione di più persone. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, sentenza 15 maggio 2018 n. 21521, dichiarando inammissibile il ricorso dei due inquisiti contro l'ordinanza confermativa del tribunale del riesame di Grosseto. Per i ricorrenti invece in tal modo si violava il diritto alla libera manifestazione del pensiero ed anche il principio di uguaglianza dal momento che le pagine ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?