Penale

La mancata contestazione del reato presupposto non esclude l'autoriciclaggio

di Giovanni Negri

In punta di diritto: la mancata contestazione del reato presupposto non esclude i gravi indizi di colpevolezza per autoriciclaggio. In punta di fatto: il consulente contabile che non segnala all’Ufficio italiano cambio le operazioni sospette rischia di essere indagato proprio per autoriciclaggio. Queste le conclusioni che si possono trarre dalla sentenza della Seconda sezione penale della Corte di cassazione depositata ieri, la n. 42561. La pronuncia ha così accolto il ricorso presentato dalla Procura contro l’ordinanza del riesame ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?