Penale

La corruzione può avere per oggetto un semplice parere

di Giovanni Negri

Anche un “semplice” parere non vincolante può essere oggetto del reato di corruzione. Lo chiarisce la Corte di cassazione con la sentenza n. 39020 della Sesta sezione penale depositata ieri. La pronuncia conferma in questo senso la fondatezza della contestazione di corruzione per atti contrari a quelli d’ufficio (pena massima 10 anni) e non, come sostenuto dagli avvocati difensori, per la meno grave ipotesi di corruzione per atti contrari alla funzione (pena massima 6 anni), nell’inchiesta che ad aprile ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?