Penale

Made in Italy a tutela rafforzata

di Alessandro Galimberti

Basta anche un richiamo incidentale e decontestualizzato alla parola «Italia» per integrare il reato di vendita di prodotti industriali con segni mendaci. La Corte di cassazione - Terza sezione penale, sentenza 38931/17 depositata ieri - ribadisce la linea severa per la difesa del made in Italy, confermando la condanna di un imprenditore della provincia di Varese per aver importato poco più di 300 magliette con «fallace indicazione» circa la provenienza. Il fatto era stato scoperto sette anni fa ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?