Penale

Debitore esecutato, la partecipazione nella Sas non va dichiarata

Francesco Machina Grifeo

Non commette reato il debitore esecutato che ometta di comunicare all'ufficiale giudiziario la titolarità di una partecipazione in una Società in accomandita semplice, nella veste di accomandante, in quanto non si tratta di un bene pignorabile. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, sentenza 24 luglio 2017 n. 36760, chiarendo che il reato previsto dall'articolo 388, comma 6, del codice penale, rubricato “Mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del giudice”, ha a oggetto «l'omessa o falsa dichiarazione in ordine ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?