Penale

Partecipazione a distanza: violato il diritto di difesa

di Salvatore Scuto

Una delle parti più controverse della riforma penale presentata dal ministro della Giustizia, Andrea Orlando, e approvata dal Parlamento è quella che cambia le regole sulla partecipazione al dibattimento a distanza. Le novità, salve alcune eccezioni, saranno operative dopo un anno dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale (attesa a giorni) e destano notevoli perplessità. Ricordando come il lungo iter parlamentare della riforma era iniziato con un’etichetta recante l’esplicita intenzione del legislatore di rafforzare le garanzie difensive, non si ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?