Penale

Droga, con spaccio vicino all’università non scatta l’aggravante

di Giuseppe Amato

In caso di cessione o di offerta di sostanze stupefacenti in prossimità di un'area universitaria, l'estrema genericità dell'espressione «comunità giovanili», contenuta nell'articolo 80, comma 1, lettera g), del Dpr 9 ottobre 1990 n. 309, può giustificare che in tale espressione sia ricompresa anche l'”università”, senza per questo ricorrere al ragionamento analogico. Tuttavia, perché possa concretamente contestarsi tale aggravante occorre avere riguardo alla nozione di “prossimità”, contenuta nella norma, dovendosi ritenere che con tale termine il legislatore ha individuato quelle ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?