Penale

Va superata la soglia ma c’è il precedente della sovrafatturazione

di Laura Ambrosi e Antonio Iorio

Secondo la Cassazione l’indicazione in busta paga di una retribuzione maggiore rispetto a quella erogata non integra il reato di dichiarazione fraudolenta mediante annotazione di falsi documenti ma, al più, di dichiarazione fraudolenta mediante altri artifici, per la cui sussistenza è necessario il superamento di una soglia di imposta evasa (sentenza 36900/2013). Ciò in quanto, le operazioni devono risultare inesistenti dal punto di vista oggettivo, cioè deve esserci diversità, totale o parziale, tra costi indicati e ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?