Penale

Società pubbliche in house, i danni agli amministratori non può chiederli la Corte dei conti

di Maurizio Caprino

Una società partecipata pubblica che svolge in house un servizio pubblico in regime di mercato non è soggetta ad azioni da parte della Corte dei conti. Dunque, le richieste di danni ai suoi amministratori devono essere presentate al giudice ordinario. Con questo principio, che potrebbe limitare sensibilmente il ruolo della magistratura contabile, le Sezioni unite civili della Corte di cassazione (ordinanza 11983, depositata ieri) hanno chiuso, in sede di regolamento di giurisdizione, una parte della complessa ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?