Penale

Disco pub, il gestore risponde degli schiamazzi

di Patrizia Maciocchi

Il parcheggio “dedicato” e il cartello per invitare i clienti della discoteca a non fare chiasso, non salvano il titolare del locale dalla condanna per il reato di disturbo al riposo delle persone, se non si attiva per rendere effettivi divieti e prescrizioni. La Cassazione (sentenza 22142) respinge il ricorso del gestore di un disco pub secondo il quale la condanna, per il reato previsto dall’articolo 659 comma 1 del codice penale, era del tutto ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?