Penale

Non punibile il tentativo di estorsione mediante minaccia ai danni del genitore

di Andrea Alberto Moramarco

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Il tentativo di estorsione commesso con minaccia in danno del genitore non è punibile in base all'articolo 649 comma 3 del codice penale. Ai sensi di tale disposizione, infatti, le ipotesi criminose che rimangono escluse dall'operatività della causa di non punibilità sono le fattispecie consumate di rapina, estorsione e sequestro e tutti gli altri delitti contro il patrimonio, anche se tentati, che siano commessi con violenza. Di conseguenza, la causa di non punibilità opera in riferimento a tutti i ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?