Penale

Bancarotta documentale fraudolenta e non semplice per lo sviamento dei creditori

Francesco Machina Grifeo Corte d'Appello di Roma - Sezione 2 - Sentenza del 10 gennaio 2017 n. 55

Se l'irregolare tenuta dei libri contabili è funzionale a rendere impossibile la ricostruzione, da parte dei creditori, del movimento degli affari societari, allora va esclusa la bancarotta documentale semplice, configurandosi il più grave reato di bancarotta fraudolenta documentale. Lo ha stabilito la Corte d'Appello di Roma, con la sentenza del 10 gennaio 2017 n. 55, respingendo la richiesta di riqualificare il reato da parte di un padre e un figlio che, in concorso tra loro, in qualità di amministratore ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?