Penale

Incidente mortale: per la responsabilità conta la velocità ma soprattutto la visibilità

Giampaolo Piagnerelli

Il centauro che investa il ciclista provocandone la morte non è responsabile a priori per il solo fatto cioè di non aver rispettato i limiti di velocità previsti del codice della strada. Occorre verificare se era possibile avvistare il ciclista e avere il tempo per evitarlo o per ridurre comunque al massimo le conseguenze dello scontro. Lo chiarisce la Cassazione con la sentenza n. 12192/2017. La vicenda - La Corte si è trovata alle prese con ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?