Penale

Tagliare il pallone non è sempre «violenza»

di Paolo Accoti

Non c’è violenza privata per chi taglia i palloni usati per giocare nel cortile condominiale. Il discrimine tra una reazione smodata e un comportamento penalmente rilevante a volte è estremamente labile e la Corte di cassazione (sentenza 1786/2017) è stata chiamata a giudicare un condòmino per il reato di violenza privata (articolo 610 del Codice penale). L’imputato, “alla sbarra” per il delitto di atti persecutori, più volte aveva minacciato, intimorito, aggredito e ingiuriato alcuni ragazzini ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?