Penale

Il minore che assiste alla violenza è da considerare «persona offesa»

di Giuseppe Amato

Nel caso in cui sia configurabile l'aggravante di cui all'articolo 61, numero 11-quinquies, del Cp,nell'ipotesi della cosiddetta “violenza assistita”, il minore che abbia “assistito” a uno dei reati indicati nella disposizione è da considerare anch'egli “persona offesa” del reato, in quanto la configurabilità di detta circostanza aggravante determina una estensione dell'ambito della tutela penale anche al minore che abbia “assistito” alla violenza, come tale legittimato a costituirsi parte civile, essendo anch'egli danneggiato dal reato, così come aggravato, e parimenti ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?