Penale

Violenza sessuale: se la vittima è una prostituta non scatta di per sé l'attenuante della minore gravità

di Andrea Alberto Moramarco

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Le persone dedite al meretricio non possono ritenersi nella libera disponibilità di chiunque, spettando alla loro esclusiva volontà, e non a quella altrui, la scelta se prostituirsi o meno. E nella valutazione globale della condotta integrante il reato di violenza sessuale commessa ai danni di una prostituta, al fine della configurabilità della circostanza attenuante speciale della minore gravità, non può attribuirsi alcun rilievo al fatto che la persona offesa eserciti l'attività di prostituzione. A ricordare tali principi è il ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?