Penale

Autolavaggi, lo scarico delle acque nel terreno costituisce reato

Francesco Machina Grifeo

Le acque reflue non ricollegabili al metabolismo umano o non provenienti dalla attività domestica hanno carattere industriale, per cui il relativo sversamento sul terreno integra un reato ambientale. Sulla base di questo principio la Corte di cassazione, sentenza 6 dicembre 2016 n. 51889, ha confermato la condanna alle pena di mille euro di ammenda per il rappresentante di una società di autolavaggio che scaricava al suolo le acque sporche. Durante un controllo da parte del personale Arpac era ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?